L’INTERVISTA. La bellissima 21enne Federica Martina si confessa a CronacaQui

133

Bellissima, elegante e determinata. Lei è Federica Martina, ventunenne di Grugliasco che ha appena vinto il titolo di Miss Europa 2017.

Come si è avvicinata alle passerelle?

«Tutto ha avuto inizio quando ero molto piccola, all’età di undici anni. I miei genitori mi spinsero a partecipare ad alcune piccole sfilate che organizzavano nella località balneare in cui alloggiavamo per l’estate e a dei concorsi locali. Nonostante l’impegno richiesto, per me era solo un gioco molto divertente. Da allora non ho mai smesso di giocarci ».

Ha capito che quello della moda era il suo mondo?

«Esattamente. In questo ambiente mi sono sentita presto perfettamente a mio agio e, di conseguenza, ho deciso di non abbandonarlo».

Quando sono arrivate le prime vittorie importanti?

«I primi titoli sono arrivati presto. A sedici anni ho vinto due titoli regionali per andare a rappresentare il Piemonte a dei concorsi nazionali. Era il 2014 e la prima finale a cui stavo per partecipare si sarebbe svolta a Roma. Si trattava di “Miss Made in Italy” ed ero emozionatissima. Non credevo sarei arrivata fino in fondo e invece, alla fine, ho portato a casa il primo posto. La seconda finale a cui ho partecipato quell’anno è stata “Una Ragazza per il Cinema”. In quel caso non ho portato a casa la corona ma, in compenso, ho ottenuto la fascia messa in palio dalla stilista degli abiti da sposa».

Da queste vittorie non si è più fermata.

«Già, possiamo dire così. Negli anni, infatti, ho vinto 29 titoli, tra cui cinque nazionali ed uno internazionale. Nel 2017 ho vinto la finale internazionale di “Miss Europa”, sbaragliando la concorrenza di 60 bellissime e talentuose ragazze».

È sufficiente essere belle per affermarsi nel mondo della moda?

«La bellezza è certamente importante, ma da sola non basta. Sempre più concorsi richiedono alle partecipanti prove di talento, come esibizioni di canto, danza o recitazione. È fondamentale, inoltre, essere dotate di eleganza e avere un buon portamento».

Di recente, però, lei si è anche avvicinata al mondo della televisione.

«Esatto, ho avuto delle piccole esperienze televisive. Ho partecipato come pubblico alla trasmissione Mediaset “Striscia la Notizia” e sono stata ospite di vari programmi di Rete7 e Primantenna».

Ma non è tutto. Presto la vedremo anche al cinema.

«Sì. Ho fatto la comparsa nel film “La stanza del sorriso”, e ho ottenuto un piccolo ruolo nella pellicola “Torino criminale”, la cui uscita nelle sale è prevista per il prossimo maggio ».

Il suo sogno è quindi quello di affermarsi come attrice?

« Non esattamente. Il mio obiettivo è quello di unire televisione e studi universitari. Sono iscritta alla facoltà di psicologia e, dopo la laurea, vorrei condurre un programma di criminologia».

Tra studio, lavoro e concorsi, ha il tempo per l’amore?

«Assolutamente sì. Sono fidanzata con un ragazzo fantastico che mi segue ovunque e vive le mie vittorie come fossero le sue».

Che consiglio darebbe ad una ragazzina che vuole intraprendere la sua stessa carriera?

«Per prima cosa le direi di credere sempre nei propri sogni. Questo non è però sufficiente. I sogni devono infatti essere nutriti con tanto impegno e sacrificio. La determinazione è un ingrediente basilare ».