Comprare l’auto su internet: realtà o utopia?

5


Negli ultimi anni il consumatore è cambiato: adesso è più informato e pretende sempre di più. Tutto ciò grazie al web

Prima la concessionaria era un luogo in cui il consumatore andava senza saper nulla sulla futura vettura da acquistare, facendo affidamento sul venditore. Oggi, chi acquista un’auto consulta dispositivi digitali, confronta diversi marchi di auto, guarda video, pubblicità e promozioni.

E fin qui può sembrarci quasi scontato in un contesto odierno in cui la tecnologia ci accompagna in ogni momento. Ma la domanda che ci si pone sorge spontanea: sareste disposti ad acquistare un bene come l’automobile su internet? Fino a qualche anno fa si poteva rispondere negativamente con assoluta certezza. Oggi questa certezza inizia a vacillare.

Il primo segnale è arrivato dall’oriente. Alfa Romeo, al debutto nell’e-commerce nel marzo 2017 ha piazzato una pre-vendita di 350 Giulia Milano in soli 33 secondi sulla piattaforma TMall di Alibaba. C’è da sottolineare però come il consumatore orientale sia molto diverso dall’occidentale e come, in questo specifico caso, la provenienza Made in Italy abbia influito sulla vendita.

Dopo Alibaba è il turno di Amazon. La startup italiana Hurry! ha deciso di inaugurare un servizio per i clienti del colosso di Bezos. Sarà possibile comprare o noleggiare veicoli, con sconti fino al 20% come auto, minicar e moto di tutte le marche. Rappresenta il primo canale di vendita on line di prodotti e servizi automotive in Italia.

Un segnale che per tutti i costruttori d’auto può significare molto verso la digitalizzazione del mercato automotive. Tuttavia un futuro ancora molto lontano.

L’articolo Comprare l’auto su internet: realtà o utopia? proviene da CronacaQui – Motori.



Leggi la notizia completa