BASKET. Fiat Torino più forte degli infortuni: Cantù al tappeto

47

La Fiat Torino più forte degli infortuni. Il quintetto di Vitucci batte la Mia Red October Cantù 87-76 al PalaRuffini e infligge la prima sconfitta a Recalcati, che non era stato ancora sconfitto nelle tre partite sulla panchina di Cantù. Pur senza Wright, Washington e Mazzola, la Fiat ha condotto dall’inizio alla fine anche grazie alla buona prestazione del nuovo innesto Hollins.
IL RESOCONTO (fonte: auxiliumpallacanestro.com):
Primo quarto con la Fiat Torino spettacolare, grazie a Hollins, Poeta e Wilson. Dal -3 (4-7) la formazione di Vitucci cambia passo e chiude a +14 (25-11). Secondo quarto di livello simile con Alibegovic che torna protagonista da tre e Hollins che si distingue in tutte le zone del campo. Termina 48-32 e la Fiat Torino si esalta per efficacia ed energia, da parte di tutti i suoi singoli, compreso il giovane Okeke.
La Fiat Torino tiene nel terzo quarto che chiude ancora a +16 dopo essere stata anche a +20. Abile regia di Poeta che infila più volte anche da tre. L’ultimo quarto conferma la crescita di Torino, squadra sotto tutti i punti vista. Contiene il rientro di Cantù e chiude a +11, con una grandissima prestazione corale, per lo score di 87-76. Top scorer Yarvey (18), seguito da Poeta (16), White (13) e Hollins (12).
IL TABELLINO DI TORINO-CANTU’ 87-76:
TORINO: Wilson 7, Harvey 18, White 13, Parente 3, Alibegovic 13, Poeta 16, Cuccarolo n.e., Hollins 12, Okeke 5, Vitale n.e, Crespi n.e.; all. Vitucci
CANTU’: Acker 10, Ballabio n.e., Cournooh 3, Baparapè n.e., Parrillo 6, Pilepic 14, Calathes 3, Callahan 4, Darden 14, Dowdell 9, Quaglia 5, Johnson 8; all. Recalcati